Black Friday e (la fine di) Cyber Monday

Il Black Friday, ossia venerdì nero, è negli Stati Uniti il primo venerdì successivo al Thanksgiving Day, il Giorno del Ringraziamento, e tradizionalmente dà inizio alla stagione dello shopping natalizio (fonte: wikipedia).

Questo, in parte, è anche dovuto al fatto che l’occasione che raggruppa tutta la famiglia insieme è anche una opportunità per decorare l’albero di Natale insieme. Ovviamente, un albero di Natale non può rimanere senza regali, quindi inizia la corsa per acquistare quei oggetti che poi decorati con le carte più belle e i fiocchi più grossi, riempiono quello spazio sotto i rami decorati, per compeltare l’opera.

Tante persone fanno “ponte”, propio per dedicarsi allo shopping e per avere i prossimi 3 giorni impegnati a trovare quel regalo perfetto. I negozianti si attrezzano in anticipo per questo grande traffico di persone e fanno operazioni di marketing per attirare il consumatore ad acquistare. Troviamo molti che offrono sconti particolari, un rafforzamento nel personale di servizio e assistenza clienti, la promozione di buoni regalo, installazioni gratuite, e tanto altro ancora al solo scopo di affrontare questa giornata/weekend eccezionale di acquisti.

Il Cyber Monday invece, ossia cyber lunedì, è, negli Stati Uniti, il primo lunedì successivo al Black Friday ed è il giorno in cui tradizionalmente inizia lo shopping “online” natalizio, dopo il Thanksgiving Day. Nel Cyber Monday si affollano i consumatori che non hanno potuto utilizzare il Black Friday per usufruire delle promozioni che solitamente vengono offerte in quest’ultimo (fonte: wikipedia).

In entrambi i casi, queste giornate di shopping permettono ai negozianti di avere una buona indicazione sulle aspettative di vendita per la stagione. Queste date sono diventate anche delle date strategiche per produttori di apparecchiature elettroniche, un settore che guadagna sempre molto bene durante il periodo natalizio, presentando nuovi prodotti o il gadget “più fashion” da regalare per Natale.

Ma come ogni persona che utilizza internet abbastanza frequentemente può notare, il mondo “offline” sta diventando sempre di più “online”.

Infatti, in questi anni, ho notato un’incremento notevole in confronto agli anni precedenti di offerte e promozioni via email che spingono l’acquisto online durante la giornata di Venerdì. Questo ha creato il mio dubbio: non è che Cyber Monday si stia spostando a Black Friday?

Se analizziamo il fatto che l’attività di e-Commerce è in forte crescita, possiamo in parte giustificare questa crescita dovuto al fatto che sempre più consumatori stanno acquistando online. Una parte di questi acquistano di abitudine. Sarà per la mancanza di tempo di visitare il negozio fisico, la comodità di sfogliare un catalogo online e di cercare prodotti con un semplice “search”, o l’immediatezza nell’ordinazione che mi permette di evitare la fila alla cassa, ma se devo pagare anche qualcosa in più per togliermi il problema dell’acquisto fatto tradizionalmente in negozio ed essere facilitato ad acquistare da casa mia, perché no?

Riesco ad evitare quella massa di gente che si sposta in questo venerdì nero e tra traffico, gente che spinge, il rischio di trovare prodotti esauriti e file lunghe alla cassa, quasi quasi, preferisco di comprare online… e senza aspettare Lunedì!

Questo mi porta alla mia conclusione che, vedremmo sempre meno acquisti il Cyber Monday e sempre di più il Black Friday, mano mano che i negozianti riportano le loro promozioni per il Venerdì nero anche online.

Questo prima o poi porterà la fine del Cyber Monday.

Siete d’accordo? Lasciate i vostri commenti qui sotto!